Ho deciso di realizzare un Manuale WordPress Italiano che vi aiuterà con il CMS WordPress e vi permetterà di capire a fondo i passaggi per realizzare un vostro sito web / blog.

Manuale WordPress Italiano

Manuale WordPress Italiano

WordPress vi permetterà in modo gratuito di realizzare il vostro sito web / blog in modo semplice, ma necessità di un minimo di conoscenza nel suo utilizzo e le sfide da affrontare possono essere molte, dipende anche da che tipo di sito web vorrete costruire quindi il primo consiglio che vi do è leggere sempre i miei Tutorial WordPress. Detto questo, partiamo.

Come usare WordPress

Per sviluppare un sito WordPress ti serve un domino web ovvero l’indirizzo del tuo sito (ad esempio, nel mio caso, https://guide-web.it/) e un hosting che conterrà i dati del tuo sito web. L’hosting per il tuo sito in WordPress deve essere performante e sicuro con un’ottima assistenza, l’hosting veloce: supporthost è un’ottima scelta a basso prezzo ed è il servizio che uso anch’io per guide-web. In questi paragrafi abbiamo completato uno dei passi più importanti da fare quando vuoi realizzare il tuo progetto online.

Installazione WordPress

WordPress va installato nel tuo hosting, ma sei fortunato perché leggendo il Manuale WordPress Italiano puoi usufruire del mio servizio gratuito di installazione WordPress che ti regala l’installazione di WordPress senza che tu debba spendere nulla. Qualora invece volessi installare da solo WordPress leggi Installazione WordPress guida per principianti 2021. Comunque è semplice installarlo, ormai i migliori hosting per WordPress ti permettono di installarlo con un click. In alternativa potrai anche scaricare WordPress ed installarlo manualmente seguendo la mia guida WordPress download ita: scaricare WordPress è semplice e gratuito.

Accedere in WordPress

Accedere in WordPress

Digita quanto segue nel tuo browser: https://www iltuodominio.it/wp-admin.php . Quindi, inserisci il nome utente e la password che hai scelto.

Fatto questo puoi iniziare a progettare e creare contenuti ma prima c’è un passaggio essenziale: configurare le funzioni di WordPress.

Titolo e descrizione del sito. Vai su Impostazioni > Generali e controlla se il titolo che hai inserito durante l’installazione di WordPress è il più adatto. Prova a includere parole chiave per posizionarti bene nei motori di ricerca. Inserisci anche una descrizione.

In questa sezione potrai anche cambiare l’indirizzo e-mail associato a questa installazione di WordPress.

Regola le opzioni dei commenti in Impostazioni > Commenti. In questa sezione puoi decidere diverse opzioni.

Permalink. È importante definire come verranno creati automaticamente gli URL ogni volta che pubblichi una pagina o un post. Per fare ciò, vai su Impostazioni > Permalink e seleziona l’opzione Nome voce. Per saperne di più leggi questa guida Permalink: tutto quello che devi sapere per impostarli correttamente.

In questo modo tutti i tuoi contenuti assumeranno, per impostazione predefinita, il titolo che hai assegnato nell’URL. Ciò impedirà la generazione di URL complessi. Invece, gli URL avranno le parole chiave che hai inserito nel titolo, il che è ottimo per il posizionamento SEO.

 Controlla regolarmente la presenza di nuove versioni di WordPress per mantenere aggiornato il tuo sito.

Importante: prima di aggiornare la versione di WordPress, assicurati che la nuova versione sia compatibile con tutti i tuoi plugin (almeno quelli principali). Se non lo fai, potresti ricevere delle spiacevoli sorprese.

Un consiglio: non aggiornare la versione appena esce, attendi qualche tempo nel caso ci siano segnalazioni di errori e incompatibilità della nuova versione con i tuoi plugin installati e aggiorna solo quando sei sicuro che non ci saranno problemi. Guide-web attende sempre una settimana prima di aggiornare.

Cosa sono i post?

I post sono gli articoli del tuo blog. Nella pagina del tuo blog, i singoli post vengono visualizzati uno dopo l’altro e contrassegnati con la data.

Quindi un blog è come un diario, naturalmente, questa funzione può essere utilizzata in molti modi diversi. Ad esempio, questo che stai leggendo è un articolo del mio blog.

Al contrario, le pagine sono statiche in WordPress. Una pagina può essere la tua home page.

Ho scritto una guida su come creare un articolo, leggila: Articolo WordPress: come crearlo.

Installa un Tema WordPress

Installa un Tema WordPress

Il tema per WordPress dona al tuo sito / blog un aspetto grafico differente in base a quello che scegli. Ci sono tantissimi temi, io posso consigliartene qualcuno ma puoi trovarli e installarli da solo.

Leggi la mia guida e troverai moltissimi temi gratuiti per WordPress Tema WordPress gratis: i migliori da scaricare o puoi addirittura crearlo da solo Creare un Tema WordPress e come clonarlo.

Suggerimenti per la scelta del modello WordPress

1. Cerca un tema con un numero sufficiente di download, i temi molto scaricati sono spesso sinonimo di qualità.

2. Guarda che la data di creazione non sia molto vecchia (non più di due anni) e, ancor più importante, la data di aggiornamento. Assicurati di acquistare un tema che viene aggiornato regolarmente poiché ciò significa che lo sviluppatore continua a perfezionarlo e correggere eventuali bug. Se la data di aggiornamento è maggiore di 6 mesi, è possibile che questo modello venga “abbandonato”, ovvero quando si progetta e si ha un problema o dubbio, si potrebbe non ricevere un supporto adeguato.

3. Assicurati che che si tratti di un modello reattivo (si adatta a tutti i dispositivi) e che sia compatibile con tutti i principali browser presenti sul mercato.

Gestione immagini WordPress

Le immagini sono molto importanti per Google perché, da un lato, i visitatori del sito web possono trovare la tua pagina utilizzando la ricerca di immagini di Google se le tue immagini raggiungono un buon posizionamento; dall’altro, Google presume che un sito web con molti contenuti multimediali offra contenuti migliori di pagine di testo puro. Per questo motivo, dovresti anche modificare le tue immagini in un’ottica di ottimizzazione dei motori di ricerca in modo da poter sfruttare al massimo le potenzialità delle tue immagini. Segui la mia guida sull’argomento: Ottimizzare immagini WordPress con un plugin ✔️.

Per aggiungere immagini o modificare quelle esistenti, è sufficiente fare clic su Media nella barra di navigazione a sinistra. Vedrai tutti i file multimediali che si trovano nella cartella multimediale della tua installazione di WordPress. Se vuoi modificare un’immagine, fai click su di essa e si aprirà una nuova finestra in cui potrai modificare le meta informazioni del file immagine.

Ogni immagine ha un URL univoco, un nome / titolo del file (che a volte può essere identico ad altri file a causa di URL diversi, ma non sempre), un testo ALT, una didascalia e una descrizione. Il testo ALT viene visualizzato se il browser non è stato in grado di caricare l’immagine; la tua immagine dovrebbe comunque avere queste informazioni. Puoi inserire le informazioni sul copyright nella didascalia e la descrizione dovrebbe corrispondere all’immagine per indicare al crawler di Google di quale argomento tratta l’immagine e come classificarla.

Cosa sono i plugins

I plugin ti permettono di ampliare le funzionalità del tuo sito web ma bada bene a cosa installi in quanto possono causare diversi problemi al tuo sito web. Ho realizzato delle guide approfondite sui plugin WordPress, ti aiuteranno sicuramente:

Come impostare una pagina statica o il blog nella home page di WordPress

Per impostazione predefinita, i post del tuo blog vengono visualizzati nella pagina principale della tua home page. Puoi però anche impostare una pagina che hai creato come pagina iniziale, per fare ciò, fai click su Impostazioni > Lettura, quindi seleziona una pagina statica e sotto di essa la pagina iniziale. Ti aiuto ulteriormente, ho creato una guida apposita: impostare l’home page WordPress.

Disabilita i commenti sule pagine e post di WordPress

Alcuni proprietari di siti web preferiscono non consentire ai visitatori di lasciare commenti sotto i post e le pagine. Per disattivare questa funzione per l’intero sito web, fai click su Impostazioni > Discussione, da lì puoi scegliere se consentire ai visitatori di commentare i tuoi post.

Come creare un modulo di contatto in WordPress

Come creare un modulo di contatto in WordPress

Un modulo di contatto permette ai visitatori di contattarti e porgerti delle domande, è molto utile che sia inserito almeno nella pagina contatti del tuo sito web.

Per aiutarti ho realizzato la guida WPForms: modulo di contatto WordPress, è gratuito e molto semplice da utilizzare.

Come inserire widget in WordPress

Cos’è un widget? È una piccola applicazione che puoi posizionare sul tuo sito web, nei luoghi per esso abilitati (aree widget). Normalmente, queste aree si trovano nelle barre laterali, a piè di pagina e, talvolta, nelle intestazioni e nei menù a discesa. Ciò dipenderà in ogni caso dal tema, i temi Premium per WordPress di solito hanno più aree widget abilitate. I widget che puoi inserire sul tuo sito per impostazione predefinita sono diversi: voci recenti, categorie, calendario, ecc.

Esistono plugin che vengono utilizzati per abilitare nuovi widget che è possibile caricare nelle aree appropriate una volta installato e attivato il plugin. I widget che di solito installi tramite plugin sono quelli dei moduli di iscrizione, moduli di prenotazione, profili social, ecc.

Per posizionare i widget sul tuo sito web, vai su Aspetto > Widget nel menù principale della dashboard di WordPress (menù con sfondo nero nell’area principale a sinistra).

Creare blog WordPress 

La creazione di un blog è una pratica eccellente per promuovere il tuo marchio e portare traffico di qualità al tuo sito per generare conversioni. Questo è il Content Marketing  una strategia basata sul convincere gli utenti a visitarci non per i nostri contenuti commerciali ma per i nostri preziosi consigli.

Pubblica ottimi post e condividili nei social network, grazie agli utenti che li condividono è un modo incredibilmente redditizio per ottenere visite e raggiungere i tuoi obiettivi di business, ovvero vendere i tuoi prodotti. Ho alcune guide che ti aiuteranno ad approfondire questo argomento:

 Come ottimizzare il tuo sito Web WordPress

Il tuo sito web WordPress deve essere veloce e su questo non si discute i motivi del perché deve esserlo sono molti ed ho realizzato tante guide in merito che ti aiuteranno a velocizzare il tuo sito web

Come cambiare il logo in WordPress

Per cambiare il logo in WordPress velocemente leggi la guida Come cambiare logo WordPress: guida 2021. Il logo è un elemento importantissimo per il tuo sito web, se non ne hai uno è ora di progettarlo.

Limitare i tentativi di accesso

Questo plugin non dovrebbe mancare in nessuna installazione di WordPress perché fornisce una protezione estremamente affidabile contro gli attacchi di forza bruta bloccando il sito web per un certo periodo di tempo (circa 10 minuti). Dopo aver inserito i dati di accesso errati per tre volte e per un numero predeterminato, blocca l’accesso per un periodo di tempo molto più lungo (ad esempio 24 ore). Questo plugin è molto efficace nel rallentare tutti i tipi di attacchi di forza bruta in modo da rendere il tuo sito estremamente sicuro.

Guida SEO WordPress

SEO è l’acronimo di “Search Engine Optimization“, il termine sta per l’arte di ottimizzare i siti web in modo che possano essere trovati per termini di ricerca pertinenti nei motori di ricerca. Molto semplicemente, in modo che i visitatori organici o naturali e non pagati arrivino al nostro sito web.

Se il nostro sito web non è presente nei risultati di ricerca dei principali motori di ricerca come Google, chi lo visiterà? Nessuno! Quindi bisogna ottimizzarlo.

L’obiettivo di ogni sviluppatore di siti web è quello di portare la propria pagina al primo posto di Google.

Ho realizzato decine di guide SEO che ti invito a leggere attentamente e a mettere in pratica: SEO facile.

Struttura degli URL di WordPress

La struttura della pagina stessa può essere visualizzata con l’aiuto dell’URL, quindi viene percepita anche dai visitatori del sito web e dai crawler. Le parole chiave all’interno della struttura dell’URL possono essere utili da un punto di vista SEO, ma troppe parole chiave nella struttura rappresentano anche il riempimento di parole chiave.

Per i siti web WordPress, i nomi delle categorie possono essere inclusi nella struttura. In questo modo, le parole chiave più importanti vengono soddisfatte e sia i visitatori che i bot si potranno orientare bene. Tuttavia, la lunghezza dell’URL completo dovrebbe essere più breve possibile.

I numeri o i caratteri speciali all’interno della struttura dell’URL non sono male di per sé, ma non sono ben accetti da Google: la leggibilità per i visitatori umani e la leggibilità per i crawler sono gli argomenti più importanti per una struttura in nomi / parole chiari.

Ho realizzato una guida sui Permalink, ti consiglio di leggerla: Permalink: tutto quello che devi sapere per impostarli correttamente.

Errori comuni durante l’utilizzo di WordPress

WordPress è sempre stato un sistema di gestione dei contenuti che si è concentrato sulla semplicità e l’usabilità. Per questo motivo è oggi il CMS più popolare e milioni di siti web si basano su di esso. WordPress è ideale anche per i principianti, poiché un’installazione viene configurata in 2 minuti e puoi iniziare a realizzare il tuo sito web da subito.

Tuttavia, questa attenzione alla facilità d’uso spietata ha anche fatto sì che alcuni errori possano presentarsi, ad esempio degli errori nell’ottimizzazione dei motori di ricerca o nella sicurezza del sito.

Crea backup della tua installazione di WordPress!

Non importa quanto sia sicuro il tuo server WordPress e l’installazione: non c’è mai sicurezza al 100%, il sito web può sempre essere attaccato e violato.

Uso scorretto dei tag

I tag, a volte anche parole chiave, sono aree tematiche. Qualsiasi numero di tag può essere assegnato a ciascun post in WordPress, in modo simile alle categorie. Poiché i tag sono relativamente poco interessanti per Google rispetto alle categorie, puoi utilizzare un centinaio di tag per articolo, giusto? No! Perché le pagine dei tag vengono indicizzate da Google senza una procedura corrispondente e anche in questo caso ciò presenta degli svantaggi nell’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Troppi plug-in installati

Quasi tutti i tutorial di WordPress per principianti trattano l’argomento dei plugin e chiariscono che anche i plugin di WordPress hanno degli svantaggi. Per questo motivo, dovrebbe essere evitato l’uso eccessivo di estensioni per WordPress. Perché? Perché i plugin influenzano diversi aspetti del sito.

Le prestazioni dei siti WordPress risentono anche dell’uso di troppi plugin poiché il contenuto di ciascuna estensione deve essere ricaricato ogni volta senza memorizzazione nella cache e devono essere inviate molte più richieste, la pagina si carica più lentamente e la frequenza di rimbalzo aumenta.

Conclusione

Con questo manuale WordPress ho cercato di darti un quadro generale su WordPress e come andrebbe utilizzato.

Siccome le funzionalità di WordPress sono molte aggiornerò man mano con altre informazioni per cercare di offrire il Tutorial WordPress più completo in italiano.

Gregorio

Guide-web è stato realizzato per dare assistenza alle persone che intendono realizzare il proprio sito web in autonomia. All'interno di questo blog troverete le sezioni Guide WordPress, Guide SEO e Piattaforme Web ricche di guide pratiche; è possibile anche ricevere assistenza tecnica per il proprio sito web.

Lascia un commento